Profugo aggredisce minore in funicolare

Fermato da passeggeri e fidanzato vittima e arrestato da polizia

Ha aggredito una ragazzina di 17 anni che stava tornando a casa col fidanzatino, mentre erano a bordo della funicolare che dalla Zecca porta a Righi, ma grazie all'intervento del giovane e di altri due passeggeri è stato fermato. Gli agenti delle volanti hanno così potuto arrestare un nigeriano di 33 anni richiedente asilo. L'uomo è accusato di violenza sessuale, minacce gravi e interruzione di pubblico servizio. L'aggressione è avvenuta sabato sera: i due fidanzatini salgono a bordo della funicolare e subito dopo sale il profugo, visibilmente ubriaco. L'uomo inizia a fare apprezzamenti volgari alla ragazza. Ma dopo le parole passa ai fatti: le si butta addosso, la palpeggia, le mette una mano sotto la gonna. A quel punto il fidanzato cerca di bloccarlo e in aiuto arrivano anche altri due passeggeri e poi il conducente, avvisato tramite interfono. L'aggressore cerca di reagire, minaccia di morte il ragazzo, fino a che non arrivano le volanti e lo arrestano.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere