Morte Martina Rossi, al via processo

Difesa:'Verdone teste per analogie suicidio con film'. No del pm

(ANSA) - AREZZO, 13 FEB - Assenti i due imputati, presenti i genitori di Martina Rossi. Al via ad Arezzo il processo per la morte della 20/ennee studentessa genovese morta dopo essere precipitata dal balcone del sesto piano dell'hotel Sant'Ana a Palma de Majorca il 3 agosto 2011. Morte come conseguenza di altro delitto il reato contestato agli imputati, Luca Vanneschi e Alessandro Albertoni, entrambi 27enni di Castiglion Fibocchi (Arezzo): per l'accusa la ragazza stava fuggendo a un tentativo di violenza sessuale da parte dei due giovani quando precipitò dal balcone. L'udienza è stata dedicata alle questioni tecniche: presentazione delle eccezioni da parte dei avvocati difensori dei due giovani, e della lista dei testimoni. Tra questi la difesa ha indicato anche il regista e attore Carlo Verdone, per l'analogia da lui riscontrata tra un suo film e il presunto suicidio di Martina: la difesa sostiene che la 20/enne si tolse la vita. Il procuratore Roberto Rossi, pm in aula, si è opposto alla citazione come teste di Verdone.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere