Scuola: Fedeli,sasso contro liceo Genova

Liceo accusato nei giorni scorsi di essere "classista"

 "Solidarietà al liceo D'Oria di Genova.    Ogni atto di violenza o vandalismo contro un'istituzione scolastica va severamente condannato. Questa notte è stato tirato un sasso contro il portone del liceo: a pesare non è tanto il danno, quanto il gesto. Una manifestazione di violenza che non possiamo accettare perché colpisce la scuola, che è luogo di educazione alla pace e ai valori della convivenza civile". Così la Ministra dell'Istruzione, Valeria Fedeli, commenta l'episodio avvenuto stanotte. Il liceo, dal quale sono spariti anche alcuni portatili, è uno di quelli finiti in cronaca nei giorni scorsi perché accusato di aver usato una "pubblicità classista" allo scopo di attrarre iscrizioni. "Ho contattato personalmente la dirigente per manifestare la vicinanza mia e del Miur" afferma la ministra aggiungendo che se ci sono state "scelte lessicali discutibili all'interno di contesti come quello del Rapporto di autovalutazione saranno chiariti nelle sedi opportune". Ma - esorta - vanno subito abbassati i toni".

La frase che ha scatenato polemiche sul liceo ginnasio D'Oria è contenuta nella introduzione della scheda di autovalutazione dell'istituto dove si legge: "Il contesto socio-economico e culturale complessivamente di medio-alto livello e l'assenza di gruppi di studenti con caratteristiche particolari dal punto di vista culturale (come ad esempio nomadi o studenti di zone particolarmente svantaggiate) costituiscono un background favorevole alla collaborazione e al dialogo tra scuola e famiglia, nonché all'analisi delle specifiche esigenze formative nell'ottica di una didattica davvero personalizzata".

La pietra lanciata contro il liceo ha colpito un vetro mandandolo in frantumi e il gesto, secondo gli inquirenti, non sarebbe collegato al furto dei quattro computer avvenuto all'interno della scuola.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere