Pronto soccorso Genova in difficoltà

Cgil: troppi tagli al personale e mancano strutture esterne

(ANSA) - GENOVA, 3 GEN - Galliera paralizzato, San Martino e Villa Scassi in grave difficoltà. Alle 15.26 di oggi i pronto soccorso di Genova confermano le difficoltà di fronte al picco influenzale in questi giorni post festività con studi medici ancora aperti con il contagocce. Il Galliera registra 30 persone in attesa, lista che scende a 17 per il più strutturato pronto soccorso del San Martino. A Villa Scassi di Sampierdarena invece i pazienti sono 10 mentre i numeri sono più contenuti al pediatrico Gaslini. Al pronto soccorso di Lavagna, ospedale di riferimento per il golfo del Tigullio, sono 12 le persone in attesa.
    La crisi dei pronto soccorso di fronte al picco influenzale a detta di Fulvia Veirana, segretaria generale della Funzione Pubblica della Cgil, è frutto "dei tagli alla spesa del personale, 15 milioni sul personale creando gravi carenze in ogni ruolo, senza considerare che anche gli operatori della sanità si ammalano".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere