Savona cittadini-sentinelle contro ladri

Messaggi segnalano anomalie, coordinatore contatta forze ordine

Parte a Savona il "controllo di vicinato" per contrastare il fenomeno dei furti in casa: un sistema di sorveglianza, coordinato con polizia municipale e forze dell'ordine, basato sulla collaborazione tra gli abitanti di una stessa zona. Nei prossimi giorni ci sarà la firma del protocollo tra l'assessore alla Sicurezza Paolo Ripamonti e il coordinatore del gruppo. Si comincerà dalle prime alture: quelle della Madonna del Monte, sopra Legino, dove i furti sono stati molti. Con il "controllo di vicinato" si crea una rete di sorveglianza, dove le anomalie vengano comunicate attraverso messaggistica telefonica, da una famiglia all'altra, usando una rete di comunicazione riservata. Il coordinatore avrà il compito di segnalare gli episodi alla polizia municipale, mentre chiamerà il 112 per le urgenze. Chi vuol stare nel gruppo di controllo deve compilare un modulo di adesione da inviare alla polizia municipale. Tra di loro, i residenti dovranno segnalarsi le assenze da casa che saranno così controllate dai vicini.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere