Tam tam su Fb dopo aggressione, arresti

A Alassio, carabinieri arrestano autori minacce a minorenni

(ANSA) - GENOVA, 19 GIU - Picchiano e minacciano un gruppo di ragazzini ma, grazie al tam tam sui social attraverso il quale le giovanissime vittime hanno avvertito i loro coetanei, sono stati individuati dai carabinieri della Compagnia di Alassio e arrestati. E' successo a Andora (Savona). I due sono un ragazzo marocchino di 24 anni, già ai domiciliari per lesioni e resistenza e la sua ragazza, una cittadina brasiliana di 20 anni anche lei ai domiciliari per furto. Tutto è successo una settimana fa quando il marocchino e la sua ragazza hanno minacciato un gruppo di ragazzini e preso a pugni una giovanissima. Il gruppo aveva lanciato l'allarme attraverso Facebook e whatsApp avvertendo i loro amici e coetanei di stare alla larga dalla coppia. I militari ricevute le denunce e visionati i filmati del sistema di video sorveglianza sono riusciti a individuare i due e a ottenere la revoca dei domiciliari e il trasferimento in carcere. I carabinieri stanno proseguendo le indagini per capire il movente della rissa.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere