Musicista suona in strada: si difende, palese equivoco

(ANSA) - BORDIGHERA (IMPERIA), 18 MAR - "Ma quale vendita di materiale audiovisivo sprovvisto di autorizzazione. Quei tre cd contenevano le mie basi musicali. E poi, non c'era alcun piattino per l'elemosina". Così Marco Fusi, 43 anni, il clarinettista multato perché sorpreso a suonare nel sottopasso di Bordighera, replica alle dichiarazioni del sindaco Giacomo Pallanca e alla polizia municipale, che nell'annunciare la revoca del verbale da 2.064 euro, che si basava su una legge non più in vigore, aveva fatto riferimento ad una nuova sanzione con le accuse di accattonaggio e vendita di merce senza autorizzazione. "Ma vi pare che se avessi voluto vendere dei cd musicali ne avrei messi solo tre in esposizione? - afferma Fusi -. Qui ci troviamo di fronte a un palese equivoco". Il musicista oggi ha contattato un legale per seguire la vicenda. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere