Ergastolano semilibero tenta omicidio

Dopo aggressione era rientrato in carcere a Genova. Arrestato

(ANSA) - GENOVA, 26 LUG - Ha tentato di uccidere un uomo sparandogli in faccia ma la vittima si è coperta con un braccio e si è salvata riportando la frattura di omero e ulna. Per l'agguato la polizia ha accusato e arrestato Salvatore Cimo' di 62 anni, che era in semilibertà per un ergastolo per l'uccisione nel 1977 di un carabiniere. Dopo l'aggressione, spiega la polizia, è rientrato in prigione. L'uomo aggredito, Salvatore Mancuso, di 59 anni, non ha collaborato alle indagini ed è stato denunciato. Salvatore Cimo' arrestato ieri mattina dalla squadra mobile era uno dei componenti della banca di Cesare Chiti  e Marietto Rossi che misero a segno una serie di rapine e assalti a cavallo degli anni 60. E proprio Cimo venne arrestato e condannato all'ergastolo per aver ucciso nell'ottobre del 1977 il brigadiere dei carabinieri Ruggero Volpi in nel tentativo di liberare proprio Chiti durante una traduzione al casello autostradale di Genova Est. Il sottufficiale dell'Arma a cui è intitolata la caserma dei carabinieri di Marassi venne attinto da diversi colpi di pistola e mori dopo dodici giorni di agonia in ospedale
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere