Sparatoria Questura: l'addio a Demenego

Cattedrale gremita. Questore Roma, profonda gratitudine

(ANSA) - ROMA, 17 OTT - Cattedrale gremita, bandiere a mezz'asta e grande commozione. Velletri ha dato oggi l'ultimo saluto a Matteo Demenego, uno dei due poliziotti uccisi durante la sparatoria nella Questura di Trieste. Una folla commossa ha partecipato alla messa che si è svolta nella cattedrale della cittadina alle porte di Roma di cui il poliziotto era originario. Decine e decine di persone hanno affollato anche l'esterno della chiesa. In prima fila i familiari dell'agente.
    Tra i presenti le autorità locali, il prefetto di Roma Gerarada Pantalone, il questore di Roma, Carmine Esposito, il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti. Per la giornata di oggi a Velletri è stato dichiarato il lutto cittadino. Il questore di Roma che, rivolgendosi ai genitori di Demenego, ha detto: "Avete messo al mondo un ragazzo straordinario che il destino crudele vi ha sottratto. Ho pensato che un giorno vorrei incontrare Matteo, stringerlo al petto e manifestargli tutta la nostra profonda gratitudine".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Muoversi a Roma