Sindaci Ali, meritiamo stipendi più alti

"Serve indennità di dignità, oggi retribuzioni troppo basse"

(ANSA) - ROMA, 11 SET - Va ridata dignità alla buona politica, innanzitutto alzando le retribuzioni dei sindaci e degli amministratori locali: a fronte di sempre maggiori responsabilità e rischi legati al loro incarico, hanno uno stipendio troppo basso. La tesi è stata rilanciata oggi dal presidente di Ali, Autonomie locali italiane Matteo Ricci, dal vicepresidente Claudio Mancini, da Alessio Pascucci, sindaco di Cerveteri e vicepresidente Ali e da Micaela Fanelli, nel corso della presentazione, alla Camera, del Festival delle città che si svolgerà dal 1 al 4 ottobre a Roma dalla Lega delle autonomie locali. La richiesta è che i sindaci ricevano 1500 euro netti come base minima e che i presidenti di Provincia se non sindaci di città capoluogo, abbiano una indennità uguale a quella del sindaco della città capoluogo. "I comuni sono il luogo in cui si forma la classe dirigente - ha detto Ricci - e questo va riconosciuto. Oggi i sindaci hanno una indennità minima a fronte di una responsabilità massima".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Muoversi a Roma