Orlandi: S.Sede,vicinanza non ammissioni

'L'unico dato è che l'ipotesi su presenza Emanuela è smentita'

(ANSA) - CITTA' DEL VATICANO, 12 LUG - Il giorno dopo l'apertura delle due tombe nel Campo Santo Teutonico, il Vaticano interviene per alcune precisazioni. La decisione di aprire le tombe è un segno "di vicinanza umana e cristiana agli Orlandi.
    Non certo, come è stato detto, un'ammissione da parte vaticana di un possibile coinvolgimento nell'occultamento di un cadavere", dice Andrea Tornielli, direttore editoriale di Vatican News. Fa notare che l'unico dato è che "è stata smentita la presenza di Emanuela" in quel luogo. Nessun giallo invece sulle principesse: potrebbero essere state traslate in qualche ossario comune e il Vaticano verificherà. Infine ribadisce che intervenendo nonostante "una segnalazione anonima" la Santa Sede ha confermato "la grande attenzione" per il caso di Emanuela Orlandi. Era stato Pietro Orlandi, fratello di Emanuela, ieri a parlare di "ammissioni" da parte del Vaticano, di segnalazioni "non anonime" e della necessità di chiarire la questione dell'assenza nelle tombe anche delle principesse.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Muoversi a Roma