Mollicone: informativa ribadisce accuse

Consegnata a pm, colpita in alloggi caserma durante lite

(ANSA) - ROMA, 19 FEB -La perizia dei Ris ora è contenuta in un'informativa consegnata alla Procura di Cassino nella quale in sostanza si ribadisce ciò che era emerso dall'atto istruttorio: per la morte di Serena Mollicone, uccisa il 1 giugno del 2011, le indagini conducono a Marco Mottola e al padre Franco, allora comandante della stazione dei carabinieri di Arce. I due, con la moglie di quest'ultimo Anna sono infatti da tempo iscritti nel registro degli indagati per omicidio volontario in concorso e occultamento di cadavere. Altri due carabinieri sono indagati per favoreggiamento. Secondo quanto emerso dalla perizia dei Ris Serena Mollicone sarebbe stata colpita negli alloggi della caserma al culmine di una lite. Successivamente il cadavere sarebbe stato spostato nel boschetto dell'Anitrella dove poi è stato trovato. La perizia medico-legale infatti indica una compatibilita' tra lo sfondamento della porta dell'alloggio della caserma dei carabinieri di Arce e la frattura cranica riportata da Serena Mollicone.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Muoversi a Roma