Ostia: Raggi, giù primo stabilimento, poi lungomuro

"Siamo ad Ostia per l'abbattimento del primo stabilimento abusivo. La ruspa è in azione. Abbiamo già avviato la l'attività per l'abbattimento dei chioschi abusivi e oggi arriva a conclusione l'iter iniziato due anni e mezzo fa. È un momento storico, iniziamo l'abbattimento del 'lungomuro'. I cittadini potranno tornare a vedere il mare, a scendere in spiaggia". Lo annuncia la sindaca Virginia Raggi che sta assistendo all'abbattimento della struttura sul lungomare di Roma.

Insieme alla Raggi nel corso dell'abbattimento della struttura 'Med' in legno vicino al Canale dei Pescatori c'é anche la presidente del Municipio Giuliana Di Pillo che spiega: "I prossimi abbattimenti riguarderanno gli ultimi tre chioschi, che l'altro anno non abbiamo fatto in tempo ad abbattere. Parlo del Faber, dell'Happy Surf e di ciò che rimane della Spiaggetta. Abbiamo analizzato tutte le concessioni e all'interno delle diverse concessioni abbiamo trovato situazioni diverse. Là dove ci sono abusi e morosità saranno avviate le procedure di decadenza". Rispetto alla demolizione odierna Raggi ha spiegato che "sono interventi fatti in danno. Altro elemento importante è che questa duna artificiale (vicino alla struttura buttata giù, ndr) è il frutto del dragaggio del Canale dei Pescatori e la sabbia sarà utilizzata per il ripascimento di questo tratto di spiaggia. A gennaio avvieremo una interlocuzione permanente con la Regione sul tema dell'erosione costiera delle spiagge del Lazio".

Ripristino legalità,  il vento è cambiato  -"Ripristino della legalità proprio oggi, nel giorno dell'abbattimento del primo stabilimento illegale a Ostia. I giudici hanno confermato l'aggravante mafiosa per i protagonisti di Mafia Capitale. Il vento è cambiato. #NonAbbassiamoLoSguardo". Così su Twitter la sindaca di Roma Virginia Raggi.


   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Muoversi a Roma