Rogo camper, le tre sorelle sono morte arse vive

Effettuata l'autopsia sui corpi, sono state colte nel sonno

Sono morte arse vive Elizabeth, Angelica e Francesca le tre sorelle vittime dell'incendio del camper dove dormivano avvenuto il 10 maggio scorso a Roma. È quanto emerge dall'autopsia svolta sui tre corpi dal professore Antonio Oliva su richiesta della Procura di Roma. Le sorelle, colte nel sonno, non sono riuscite ad uscire dal mezzo avvolto dalle fiamme.

Continuano intanto le indagini per risalire al responsabile materiale dell'incendio del camper. Gli investigatori sono al lavoro per rintracciare un sospettato, immortalato dalle telecamere mentre lancia una bottiglia incendiaria contro il mezzo in cui dormiva la famiglia, parcheggiato nei pressi di un centro commerciale alla periferia di Roma.

Al setaccio alcuni campi nomadi della città. Tra le ipotesi, però, anche quella che l'uomo possa aver abbandonato la capitale dunque le ricerche sono state estese anche fuori Roma. Non si esclude, inoltre, che possa aver agito con la complicità di altre persone, che lo aspettavano magari nei pressi del parcheggio sopra al centro commerciale di Via della Primavera, nel quartiere di Centocelle.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Alternatyva

AlternatYva, con internet gratuito le scuole viaggiano veloci

Con il progetto Torrino-Mezzocammino e “Internet nelle scuole” di AlternatYva, provider di servizi wireless, il primo istituto scolastico del quartiere Torrino Mezzocammino di Roma usufruirà gratuitamente della banda larga.


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Muoversi a Roma