Fungaie Roma, grotte stregarono Scorsese

Vi girò scene Gangs of New York. Da lì 900 kg prataioli a giorno

Negli anni '50-'60 erano decine, oggi a Roma ne sono rimaste soltanto due di fungaie in grotta o meglio nelle gallerie di pozzolana. Una delle due fungaie appartiene alla famiglia Barillà che ha la sua sede all'interno del Parco della Caffarella, immerso nel grande parco regionale dell'Appia Antica, ed anche l'altra azienda è nella stessa zona. Gallerie che vanno avanti per chilometri,un dedalo di percorsi che forma, per i non esperti, un labirinto difficilmente espugnabile. Un luogo affascinante e forse per questo scelto spesso come set cinematografico: qui girò alcune scene di Gangs of New York il regista Martin Scorsese. "Non abbiamo nessuna foto di scena - spiega Antonia Barillà - perché Scorsese non voleva assolutamente essere disturbato. Attaccati alla telecamera aveva due specchietti retrovisori per assicurarsi che nessuno si avvicinasse". Barillà riescono a produrre una media di 800-900 chili al giorno (con picchi di una tonnellata e mezzo) di champignon bianchi.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Muoversi a Roma