Pasto sospeso per migranti a Roma

Iniziativa a Casetta Rossa, al via con transitanti Baobab

(ANSA) - ROMA, 25 GEN - "Offri un pasto ad un migrante di passaggio per Roma o a chi non può permettersi di pagarlo".
    Questo il senso della campagna 'il Pasto Sospeso' lanciata dallo spazio Casetta Rossa a Garbatella. L'iniziativa sarà presentata giovedì 2 febbraio: lo scrittore Erri De Luca e Chef Rubio si cimenteranno assieme nella preparazione di un pranzo che verrà offerto a circa 20 transitanti del Baobab. Il nome 'Pasto Sospeso' prende spunto dalla tradizione del 'caffè sospeso' diffusa nei bar di Napoli: una persona beveva un solo caffè ma ne pagava due, per offrirlo a chi non poteva permettersi di pagarlo. "Ora questa usanza in tempi di crisi economica e occupazionale è tornata alla ribalta - si legge in una nota dei promotori - Il "Pasto Sospeso" consiste nella possibilità di offrire uno o più pasti, ognuno per il valore di 5 Euro, con donazione diretta presso Casetta Rossa o attraverso bonifico".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Alternatyva

AlternatYva, con internet gratuito le scuole viaggiano veloci

Con il progetto Torrino-Mezzocammino e “Internet nelle scuole” di AlternatYva, provider di servizi wireless, il primo istituto scolastico del quartiere Torrino Mezzocammino di Roma usufruirà gratuitamente della banda larga.


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Muoversi a Roma