Autismo, Mogol in campo contro muri

Attivata struttura riabilitazione 'Un pezzetto di Paradiso'

(ANSA) - ROMA, 14 OTT - Sono stati Mogol e sua moglie, Daniela Gimmelli, insieme con Francesco Nannini della Comunità Incontro di Amelia (Terni) e alla coordinatrice Federica Bochicchio dell'Associazione Anpet, a battezzare 'Un pezzetto di Paradiso', struttura polivalente contro l'autismo e il disagio psichico.
    Una serata benefica, organizzata a Roma da Annaa (Associazione nazionale no all'autismo) a favore dei ragazzi ospitati dalla struttura, tra Guardea e Alviano, in provincia di Terni: un grande casale con sei ettari di terreno, animali e arnie, per rispondere ai bisogni dei ragazzi ormai adulti e senza assistenza pubblica alle famiglie.
    "Grazie alla Comunità Incontro e in attesa che la ricerca offra soluzioni a una sindrome che 'non si sa da dove viene e non si sa come si cura', attraverso il lavoro degli orti e dei campi, la cura degli animali, la partecipazione alla vita delle piccole comunità della zona - dice Mogol - si darà autonomia e autostima a queste persone".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Muoversi a Roma