A Roma Joyeux, il musico dei migranti

Presenta nuovo disco 'Migrant' con voci Bennato e Bowman

(ANSA) - ROMA, 10 MAR - Ha portato avanti dal 2011 una tournée per i braccianti africani che lavorano in Italia e l'ha chiamata Antischiavitour. Da quella esperienza è nato un disco che si intitola Migrant, che ora Sandro Joyeux, menestrello dei migranti, porta a Roma, all'Auditorium, dove si esibirà l'11 marzo. Lungo le strade delle sue peregrinazioni, Joyeux porta con sé un cast di musicisti e un 'cous cous' di sound che è tanto vario quanto coerente con la sua visione dell'umanità e della musica: ci sono musicisti africani, italiani e napoletani, c'è Eugenio Bennato in Ce n'est pas ca e c'è l'incredibile voce di Dean Bowman in Troisieme monde. Alexandre Joyeux Paganini nasce a Parigi nel 1978, mamma francese e papà italiano. Nel 2004 a Lille fonda i 100 Dromadaires, band dalle influenze reggae e afro. Alla fine del 2009 arriva a Roma, dove collabora con musicisti come Baba Sissoko, Daniele Sepe, Emanuele Brignola, Awa Ly, Pape Kanoute, Madya Diebate, Piero Monterisi, Adriano Bono, Roberto Angelini, Ilaria Graziano.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Federica Proni

Massaggi e benessere: scopriamo "Nelle mie mani"

Questo centro di terapia olistica si è affermato nel cuore (e nei muscoli) dei romani.


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Muoversi a Roma