Con ricette rubate acquistavano farmaci

Arrestata coppia napoletani con 81 confezioni per 3.700 euro

(ANSA) - ROMA, 6 FEB - Con ricette rubate ad ignari medici riportanti nominativi di persone inesistenti e con codici riconducibili a categorie con esenzione totale del ticket, ottenevano costosi medicinali nelle farmacie della Capitale con grave danno al Servizio Sanitario Nazionale: un uomo ed una donna napoletani, di 50 e 49 anni, sono stati arrestati dai carabinieri di Roma. Il titolare della farmacia nei pressi di via del Corso ha comunicato direttamente ai carabinieri la presenza sospetta dei due, fornendone anche un'ampia descrizione. Poco dopo i carabinieri sono riusciti a bloccarli in due farmacie nei paraggi. Una volta perquisiti, i due sono stati trovati in possesso di 81 confezioni dello stesso medicinale, per un valore complessivo di circa 3700 €, nonché di 76 ricette del S.S.N., risultate oggetto di furto presso alcuni studi medici privati in provincia di Latina, tutte riportanti identità di persone inesistenti, ma con codici di esenzione totale, e firmati da medici risultati estranei ai fatti.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

null

Allart Center: la fiera permanente dei serramenti

Porte, finestre, infissi, elementi di arredo su misura, interni ed esterni: lo showroom di Roma è un’esposizione work in progress dei migliori brand


null

Alternatyva compie 10 anni e scommette sulla fibra ottica

L'azienda romana prepara offerte convergenti fisso-mobile Marco Carboni (CEO) “AlternatYva sta investendo in fibra ottica: non abbiamo aspettato Telecom Italia 10 anni fa e non aspetteremo Enel adesso”.


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Muoversi a Roma