Uccise moglie e figlio disabile, 8 anni

Processato per 'omicidio del consenziente' e omicidio volontario

(ANSA) - ROMA, 04 FEB - Soffocò il figlio disabile con un cuscino, poi uccise anche la moglie che glielo aveva chiesto, sparandogli alla testa con una pistola dopo aver tentato invano di soffocare anche lei. Una tragedia familiare oggi arrivata alla sua definizione giudiziaria d'appello. Sergio Ruggeri, pensionato romano di 78 anni, è stato condannato dalla I Corte d'assise d'appello a 8 anni di reclusione per 'omicidio del consenziente' per la morte della moglie e omicidio volontario per la morte del figlio. E' stata così rideterminata la condanna a 10 anni inflitta in primo grado dal gup a conclusione del processo col rito abbreviato.
    Il duplice omicidio, risalente al 9 aprile 2014, fu subito confessato da Ruggeri. La coppia, con un figlio affetto da tetraparesi gravissima, aveva visto crollare la speranza di trovare una soluzione di lungo periodo per il figlio che andasse anche al di là della loro morte.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

null

Allart Center: la fiera permanente dei serramenti

Porte, finestre, infissi, elementi di arredo su misura, interni ed esterni: lo showroom di Roma è un’esposizione work in progress dei migliori brand


null

Alternatyva compie 10 anni e scommette sulla fibra ottica

L'azienda romana prepara offerte convergenti fisso-mobile Marco Carboni (CEO) “AlternatYva sta investendo in fibra ottica: non abbiamo aspettato Telecom Italia 10 anni fa e non aspetteremo Enel adesso”.


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Muoversi a Roma