Fassina: serve fase costituente per Roma

Marchini: città diventi come Berlino. Giachetti su Fassina-Marino: non vanno da nessuna parte

(ANSA) - ROMA, 27 GEN - "Se non capiamo come affrontare la questione del debito di Roma Capitale e non la facciamo diventare una questione nazionale, rischiamo di fare progetti astratti". Cosi il candidato sindaco Stefano Fassina (Sinistra italiana) a un convegno di Unindustria in cui ha auspicato una "fase costituente" per Roma. D'accordo anche l'altro candidato indipendente Alfio Marchini: "Penso che ci sia bisogno di un impegno affinché Roma abbia una forma di governo diverso, cioè quella di Berlino". Intanto Roberto Giachetti, candidato Pd alle primarie, polemizza: "Se il grande risultato dell'unione tra Fassina e Marino sarà quello di tentare di far saltare la possibilità che il centro-sinistra riprenda il governo della città, auguri a loro". "Penso che sia demenziale, senza offesa per nessuno, lavorare sapendo che non si va da nessuna parte".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Federica Proni

Massaggi e benessere: scopriamo "Nelle mie mani"

Questo centro di terapia olistica si è affermato nel cuore (e nei muscoli) dei romani.


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Muoversi a Roma