Crollo Roma: residenti in lacrime

Inquilino, ho pensato a sisma o bomba Isis

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - Hanno visto la loro casa crollare sotto i loro occhi, in una nube di polvere e un boato, i residenti del palazzo di lungotevere Flaminio 70, all'angolo con piazza Gentile Da Fabriano, parzialmente collassato la scorsa notte. E solo per un miracolo, nel grande edificio di 7 piani, dormivano appena 19 persone. "Siamo stati fortunati a riuscire a scendere - racconta Andrea Ciacchella,circa 60 anni - c'era anche un disabile con difficoltà di deambulazione. Siamo riusciti anche a spostare alcune macchine". L'uomo racconta che per una serie di circostanze diverse, "il palazzo é vuoto al 70-80 per cento": c'è una signora che era dalla figlia a Bracciano, due calabresi non ci abitano in modo stabile, appartamenti vuoti o in affitto". Un altro residente Stefano Alberici, di 22 anni, aggiunge: "'Ho pensato al terremoto, poi a una bomba dell'Isis... Si parla tanto di terrorismo...".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Alternatyva

AlternatYva, con internet gratuito le scuole viaggiano veloci

Con il progetto Torrino-Mezzocammino e “Internet nelle scuole” di AlternatYva, provider di servizi wireless, il primo istituto scolastico del quartiere Torrino Mezzocammino di Roma usufruirà gratuitamente della banda larga.


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
ACLI
Muoversi a Roma