Turismo: Piancavallo, la neve per famiglie a due passi

Stazione turistica che dista dieci minuti d'auto dalla pianura

Lorenzo Padovan PIANCAVALLO

Sciare è una passione faticosa: le montagne non sempre sono a portata di mano, e spesso richiedono interminabili trasferte per essere raggiunte. Non è il caso di Piancavallo: la stazione sciistica del Comune di Aviano (Pordenone) dista solo mezz'ora di macchina dall'uscita dell'autostrada, ed è collegata alla pianura da una strada percorribile in appena dieci minuti. E quando si mette piede nella località, circondata dai monti friulani, ci si può dimenticare dell'automobile: Piancavallo è completamente a misura d'uomo, e non c'è punto che non sia raggiungibile in pochi passi.
Le piccole dimensioni del centro abitato e la vicinanza di tutti i servizi la rendono la stazione per famiglie per eccellenza, complice anche la presenza del parco giochi innevato Nevelandia, dove i più piccini possono divertirsi sui bob o muovere i primi passi sugli sci. E come se non bastasse, Piancavallo può fregiarsi del titolo di stazione dell'arco alpino con il minor numero di infortuni in rapporto ai passaggi ai tornelli degli impianti di risalita. Questo non significa che le piste siano tutte semplici: tre delle seggiovie - Tremol, Tremol 2 e Sauc - trasportano ogni giorno migliaia di sciatori esperti all'apice di discese mozzafiato. E per i più adrenalinici c'è anche il Funk Park, perfetto per esibirsi in acrobazie freestyle grazie alle numerose attrezzature e alle rampe. In decisa ascesa anche lo Ski Cross, che abbina l'agonismo allo spettacolo.
Piancavallo è dotata infatti anche di una pista da boardercross e skicross, con due paraboliche, due table-top, un salto normale e otto gobbe. Ci sono poi un bob su rotaia - il famoso Alpine Coaster -, tre itinerari di sci alpinismo (per gli amanti delle ciaspole) e piste per lo sci di fondo i cui anelli abbracciano l'intero comprensorio.
Quando il freddo si fa troppo pungente, si può scegliere se bere una cioccolata calda in uno dei rifugi lungo le piste oppure recarsi al Palaghiaccio per una pattinata. E se si è stufi di avere a che fare con temperature sotto allo zero resta sempre il Palasport, dotato di campi da calcio, basket e pallavolo al coperto. Struttura che, assieme al nuovo campo da calcio all'aperto, realizzato da Comune e Promoturismo Fvg, rappresenta un valore aggiunto per i ritiri pre-campionato di numerose squadre professionistiche e nelle discipline più svariate. Dal Venezia di Pippo Inzaghi ai camp del pilone azzurro di rugby, Martin Castrogiovanni, Piancavallo è la località ideale per preparare le stagioni agonistiche future.
La stazione turistica friulana non esiste infatti solo d'inverno: i pendii delle piste da sci in estate diventano perfetti per il downhill, e sono tantissime anche le federazioni - degli sport più disparati - che scelgono le strutture indoor e outdoor di Piancavallo per manifestazioni di caratura internazionale: dal pattinaggio alla scherma giungendo fino alle arti marziali o al ciclismo.
Così come sono migliaia le famiglie che scelgono la Piancavallo estiva per le proprie passeggiate in montagna, o per passare una giornata nel Rampypark, un parco acrobatico tra gli alberi strutturato su cinquanta piattaforme in cinque diversi percorsi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in