Rifiuti: Gdf, scoperto traffico tra Trieste e Est Europa

Rinviate a giudizio 8 persone. Accertata evasione per 2,5 mln

(ANSA) - TRIESTE, 20 SET - E' di otto persone rinviate a giudizio, 2,5 milioni di euro di evasione fiscale e violazioni valutarie, oltre alle soglie di legge, per 3 milioni di euro il bilancio dell'operazione "business trash" condotta dal Comando provinciale della Guardia di Finanza di Trieste che ha scoperto un traffico illecito transnazionale di rifiuti pericolosi e non pericolosi, di reati fiscali e di riciclaggio di denaro, portato avanti da un sodalizio criminale con base a Trieste e proiezioni anche in alcuni Paesi dell'Est Europa. Ideatore del disegno criminoso, un cittadino serbo quarantenne, residente da anni nel capoluogo giuliano, che manifestava un tenore di vita elevato nonostante i modesti redditi dichiarati al Fisco. Dalle indagini coordinate dalla locale Procura e condotte dai militari delle Fiamme gialle è emerso che nel tempo, l'uomo si era procurato - da persone originarie perlopiù dell'Est Europa - tonnellate di marmitte catalitiche esauste destinate allo smaltimento. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Nuova Europa