Migranti: Pahor, no muro tra noi. Fedriga, collaborazione

Incontro privato prima di commemorazione Narodni Dom

(ANSA) - TRIESTE, 13 LUG - "Ho incontrato il Governatore Massimiliano Fedriga al quale ho detto che due paesi vicini, due paesi europei che sono entrambi aderenti a Schengen non debbono adottare ulteriori misure per rafforzare il pattugliamento dei confini". Lo ha detto il Presidente della Repubblica di Slovenia, Borut Pahor, rispondendo alla domanda sulla necessità di muri o barriere al confine tra Italia e Slovenia o alla sospensione di Schengen, a margine delle commemorazioni del 99/o anniversario dell'incendio del Narodni Dom, dai fascisti.
    Il Fvg ritiene essenziale potenziare le relazioni con la vicina Repubblica di Slovenia al fine di sviluppare strategie sempre più efficaci sui numerosi fronti comuni che interessano le due realtà, a iniziare dalla lotta all'immigrazione illegale.
    Questo è quanto emerso stamane dall'incontro, "breve ma estremamente cordiale", tra il governatore Fedriga e il Presidente sloveno Borut Pahor, come riporta una nota della Regione Fvg.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Nuova Europa