Via della Seta: la sfida, a piedi da Venezia a Pechino

Antropologo percorre nuova rotta per avvicinare popoli

(ANSA) - TRIESTE, 1 OTT - Promuovere lo sviluppo umano attraverso la nuova Via della Seta. È questo lo scopo che sta portando il ventiseienne Daniele Ventola, laureato in antropologia all'Università di Bologna, a compiere un cammino da Napoli a Pechino, attraversando a piedi la Slovenia, l'Ungheria, la Romania, l'Ucraina, la Russia, il Kazakistan, l'Uzbekistan, il Kirghizistan fino ad arrivare nella regione cinese del Zhoukoudian. "Un viaggio che durerà un anno, un anno e mezzo", ha spiegato Ventola, giungendo a Trieste, città, ricorda, che "è un punto di riferimento della nuova rotta commerciale Belt & Road Initiative". "Il mio - ha proseguito - è un viaggio che guarda al futuro geopolitico e economico. Sperando che l'uomo ritrovi quello spirito che caratterizzò l'antica via della seta che era "riuscita a unire culture, spiritualità e popoli". Il suo cammino sarà documentato sui social network sulle pagine 'vento della seta'. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Nuova Europa