Parisi (Lincei), politica impari ad ascoltare la scienza

Per imparare a essere obiettiva

(ANSA) - TRIESTE, 29 GIU - "È importante che la scienza possa aiutare a cercare di tenere il massimo dell'obiettività, molto spesso quello che succede in politica è che ci sono dichiarazioni, com'è giusto, che parlano più al cuore che al cervello". Lo ha detto all'ANSA Giorgio Parisi, appena eletto presidente dell'Accademia dei Lincei, rispondendo a una domanda sul connubio tra scienza e politica. Parisi è alla Sissa per il simposio dedicato al padre delle reti neuronali Daniel Amit. Nel connubio scienza-politica, secondo Parisi, è importante "cercare di capire quali siano le cose che si possono fare e quelle che non si possono fare, identificare correttamente i problemi e quindi cercare di metterli in ordine dai più gravi ai meno gravi. È giusto che uno abbia uno schema di valori e la politica è importante proprio per questo motivo" ed è per questo "che parla al cuore. Bisogna - ha concluso - anche cercare di capire obiettivamente quali sono i problemi veri e ragionare a sangue freddo su come risolverli".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Nuova Europa