Macerata: Serracchiani, non sia forma di campagna elettorale

Sinistra divisa non serve al Paese. Con Lega nessun punto comune

(ANSA) - TRIESTE, 6 FEB - "La risposta" all'immigrazione "non è impugnare la pistola e neppure utilizzare quello che è accaduto in una tranquilla città come Macerata come forma di campagna elettorale". Lo ha detto la presidente del Fvg, Debora Serracchiani, a Studio24 su Rainews24. L'esponente dem ha anche sottolineato che "con la Lega non c'è nessun punto in comune" su cui "immaginare un governo insieme", mentre, rispondendo a una domanda sulla possibilità di dialogo con LeU, ha osservato che "la sinistra divisa non serve al paese". In tema di immigrazione ha poi invitato Berlusconi a sedersi "intorno al tavolo del Pd" per modificare assieme la convezione di Dublino, dicendosi però "lontanissima" da un governo con il leader di Fi. Serracchiani ha poi replicato alle accuse del capogruppo della Lega Nord alla Camera, Massimiliano Fedriga, ribadendo che su quanto accaduto a Macerata la Ln ha "scelto l'ambiguità e il giustificazionismo".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Nuova Europa