Rifiuti: sequestrato impianto recupero non autorizzato

Controlli Noe in Destra Tagliamento

(ANSA) - UDINE, 14 NOV - I Carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico di Udine hanno posto sotto sequestro un impianto di recupero di rifiuti non in regola con le autorizzazioni in provincia di Pordenone.
    Si tratta di un'area con una superficie complessiva di circa 26 mila mq, con un volume di rifiuti stimati in circa 40.000 mc per un valore di 800.000 euro.
    Il sequestro è stato fatto durante controlli nell'ambito del progetto Ue sui crimini ambientali TECUM (Tackling Environmental Crimes through standardized approach Methodologies). I Carabinieri hanno accertato che una società operava in difformità rispetto alle autorizzazioni o con impianti del tutto non autorizzati. In particolare avrebbe gestito rifiuti speciali non pericolosi, costituiti da rottami ferrosi e non, legno, carta, vetro e plastica, utilizzando impianti privi di regolare autorizzazione ambientale.
    L'Amministratore Unico dell'Azienda è stato denunciato per gestione illecita di rifiuti e violazione delle prescrizioni sulle autorizzazioni ambientali.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Nuova Europa