Basket: ad Gsa Udine, "minacciato per cedere giocatore"

Polizia sequestra pistola aria compressa

(ANSA) - TRIESTE, 7 NOV - La Polizia di Udine sta svolgendo indagini sulle minacce di morte che il direttore generale e amministratore delegato della Gsa Udine (A2), Davide Micalich, ha denunciato di aver ricevuto da parte del presidente della Virtus Feletto, Roberto Caruso, per concedere in prestito il giocatore senegalese Ousmane Diop, 17 anni. Caruso - riferisce il Messaggero Veneto - detiene il cartellino di Diop che, da luglio, è in prestito biennale alla Gsa ed è quest'ultima che, in base a un accordo fra le due società, decide il suo impiego nei campionati giovanili nei quali è impegnata la Virtus Feletto.
    Lo scorso 30 ottobre - secondo la denuncia presentata da Micalich - Caruso lo ha minacciato con una pistola priva di tappo rosso, risultata essere ad aria compressa e sequestrata dalla Squadra Mobile della Questura di Udine durante una perquisizione disposta dalla Procura della Repubblica del capoluogo friulano. Il reato ipotizzato nell'inchiesta è tentativo di estorsione aggravata.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Nuova Europa