Marina militare: portaelicotteri non avrà nome Trieste

Serracchiani, grande stupore, e scrive a Capo Stato maggiore

(ANSA) - TRIESTE, 6 NOV - La portaelicotteri della Marina Mercantile che sostituirà la nave Garibaldi non si chiamerà Trieste, come era stato inizialmente annunciato, ma porterà il nome dell'ammiraglio Thaon di Revel. La nuova nave, in costruzione nello stabilimento Fincantieri di Castellammare di Stabia, della lunghezza di 200 metri e velocità massima di 25 nodi, potrà potrà portare a bordo oltre mille persone, di cui 700 come personale militare o civile e avrà un impiego "multiple use". "Grande stupore" è stato espresso dalla presidente della Regione Fvg Debora Serracchiani in una lettera inviata all'ammiraglio Valter Girardelli, capo di stato maggiore della Marina militare Italiana. "Desidero - ha scritto Serracchiani - unire la mia voce a quella dell'intera città, per la cui italianità tanti giovani caddero nella Grande Guerra, che per ultima si unì alla Madrepatria solo nel 1954, e che oggi si trova per così dire defraudata da un onore che, in tutta onestà, sicuramente le spetta".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Nuova Europa