Libri: Larsson, letteratura immagini possibilità del reale

Scrittore alla rassegna Dedica, "capisco poco di politica"

(ANSA) - PORDENONE, 11 MAR - "Il compito della letteratura è immaginare le possibilità della realtà". Ne è convinto Björn Larsson, scrittore e saggista svedese, viaggiatore, appassionato di mare e di navigazione, al quale è ispirata la 23/ma edizione del festival 'Dedica' che inizia oggi a Pordenone. Parlando in perfetto italiano, Larsson, che apre la rassegna al Teatro Verdi, ha detto di apprezzare "molto anche l'ironia, purché non diventi arroganza e distanza dal lettore. Bisogna essere curiosi di leggere anche libri che sono stati pubblicati da un po’ e che rappresentano uno stimolo alla conoscenza - ha precisato - mentre il best seller attuale è '50 sfumature di grigio', che ha lo stesso colore letterario del suo nome". Recentemente, "un ragazzo mi ha raccontato di aver letto i miei libri alla mamma morente e che questo può avere anche solo minimamente alleviato le sue sofferenze. Per me è più importante di qualsiasi altra cosa e mi spinge a scrivere ancora".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Nuova Europa