Picchia e sequestra la ex incinta

A Bologna la rinchiude in casa, lui non voleva il bambino

Un 20enne originario del Pakistan è stato arrestato a Bologna dalla Polizia per sequestro di persona e lesioni, per avere chiuso a chiave in casa e aggredito, anche con un coltello, la ex fidanzata, una sua connazionale al sesto mese di gravidanza. È successo ieri verso mezzogiorno in una palazzina in zona Murri. A quanto risulta, i due si erano da poco lasciati per le frequenti liti dovute al comportamento aggressivo del ragazzo, che non voleva che lei tenesse il bambino. L'aggressione di ieri è avvenuta a casa di lui, dove i due si erano visti per discutere della gravidanza. La ragazza è stata costretta a rompere il vetro di una porta per uscire dalla stanza e raggiungere il balcone, da dove ha chiesto aiuto, non potendo usare il telefono perché lui glielo aveva portato via.
    Alcuni vicini hanno chiamato il 113 e gli agenti hanno rapidamente rintracciato il 20enne, che si stava allontanando a piedi.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Aeroporto di Bologna



      Modifica consenso Cookie