Modena, cibo 'opportunità' in carcere

Al via programma per detenute con chef e associazioni femminili

Il cibo come strumento di conoscenza e condivisione, nonché come opportunità per acquisire competenze professionali, nella sezione femminile del carcere di Sant'Anna a Modena in un progetto che coinvolge le detenute e che partirà ad aprile.

Promosso dal Comune, in collaborazione con l'associazione Casa delle donne contro la violenza, il Centro documentazione donna, l'associazione Carcere città e il Consorzio Modena a tavola, il progetto ha ottenuto un finanziamento di 73 mila euro classificandosi ai primi posti del bando del dipartimento alle Pari opportunità della presidenza del Consiglio dei ministri per la prevenzione e il contrasto alla violenza alle donne.

Il percorso prevede per il 2019 due incontri a settimana, uno più pratico dedicato alla formazione sulle tecniche di cucina tenuto dagli chef di Modena a tavola, e l'altro più teorico sui temi della salute, del rispetto del proprio corpo, delle relazioni interculturali e che sarà tenuto dalle operatrici delle associazioni femminili.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
      TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Aeroporto di Bologna