Iia: Merola-Bonaccini, servono soluzioni

Sindaco Bologna e presidente Regione incontrano Rsu e Fiom E-R

(ANSA) - BOLOGNA, 8 SET -  Il Ministero dello Sviluppo Economico ha convocato per domani mattina alle 8.30 il tavolo su Industria Italiana
Autobus. Rimangono comunque confermati gli scioperi negli stabilimenti di Bologna e di Flumeri (Avellino). Lo ha annunciato la Fiom.

"Sono stati presi impegni e fatti annunci, chiediamo che vengano rispettati. Noi siamo aperti a qualunque soluzione che preveda il rilancio dell'azienda e sarebbe importante un segnale del Governo che permetta di rinviare la riunione dell'assemblea dei soci di Industria Italiana Autobus di lunedì". Così il sindaco di Bologna, Virginio Merola, che assieme al governatore Stefano Bonaccini ha incontrato le Rsu e il segretario della Fiom Emilia-Romagna, Bruno Papignani. Lunedì infatti è prevista un'assemblea dei soci Iia per la ricapitalizzazione ma si teme invece che per l'azienda, in arretrato con gli stipendi dei lavoratori, possa essere deciso il fallimento.
    Bonaccini ha ricordato il piano per 600 nuovi bus (160 milioni con le aziende Tpl) ed è disponibile a portare al Mise le commesse delle aziende con 1,6 milioni, ma con la garanzia che finiscano ai lavoratori e non alle banche. "Non è tempo di accuse tra Governo e azienda - ha detto - siamo aperti ma vogliamo continuità aziendale e posti di lavoro".
   I lavoratori hanno incontrato anche l'arcivescovo di Bologna, monsignor Matteo Maria Zuppi. La Fiom-Cgil di Bologna lo ha scritto su facebook, aggiungendo che "se la BredaMenarini è in questa situazione la responsabilità non è dell'attuale Governo, ma se non si trova subito una soluzione la responsabilità sarà di Di Maio e del Governo. Lunedì probabilmente si torna a Roma. Fim, Fiom e Uilm hanno chiesto un incontro urgente".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Aeroporto di Bologna