Ue: Cattaneo, euroscettici crescono poco

In calo di 11 punti Ppe e S&D, probabile ingresso 'En Marche'

(ANSA) - BOLOGNA, 6 LUG - Una riduzione dei seggi dei due principali partiti favorevoli all'Ue (Ppe e S&D) di circa 11 punti, non compensata dalla crescita del piccolo terzo partito (Alde), e l'aumento di oltre 4 punti per i partiti euroscettici (Efdd, Enf, Ecr) non in grado di "stravolgere gli equilibri". E' la tendenza evidenziata dall'Istituto Cattaneo in vista delle elezioni europee 2019, avvertendo però che è una simulazione su dati www.pollofpolls.eu (intenzioni nazionali al giugno 2018): da qui al 26 maggio 2019 del voto Ue, "molte cose ancora succederanno".
    Tra le nuove forze che potrebbero entrare all'Europarlamento, alcune "sono destinate ad assumere un peso rilevante, se non cruciale. È il caso di République En Marche!" la formazione del presidente francese Macron: potrebbe "unirsi a un gruppo già esistente" o "formare una nuova aggregazione" con "alleati".
    I partiti di sinistra, definiti 'tiepidi' verso la Ue, "il 14,2% dei seggi di cui dispongono attualmente sembra, al momento, sostanzialmente confermato".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Aeroporto di Bologna