Ritrovato a Bologna cimitero ebraico

Con le sue 408 sepolture è il più grande d'Italia

(ANSA) - BOLOGNA, 7 NOV - Era andato distrutto nel 1569, e se n'era persa ogni traccia: ora il cimitero ebraico medievale di Bologna è stato ritrovato, e con le sue 408 sepolture è il più grande finora noto in Italia.
    Riscoperto nel corso degli scavi archeologici del 2012-2014, il sepolcreto di via Orfeo rappresenta anche un'opportunità unica di studio e ricerca. Alcune delle 408 sepolture di donne, uomini e bambini, hanno restituito elementi d'ornamento personale in oro, argento, bronzo, pietre dure e ambra. Un gruppo di lavoro composto da Soprintendenza di archeologia, belle arti e paesaggio di Bologna, Università, comunità ebraica e ricercatori indipendenti, con il supporto del Comune, cercherà ora di ricomporne le vicende storiche, ricostruendo le dinamiche insediative e l'evoluzione topografica e sociale dell'area. Uno degli obiettivi del progetto è l'elaborazione di un piano di recupero della memoria e la valorizzazione del patrimonio culturale ebraico e della storia della comunità bolognese.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Aeroporto di Bologna