Stalking su psicologa, ai domiciliari

Gip aggrava la misura, 'continua imperterrito a comunicare'

(ANSA) - BOLOGNA, 14 SET - Nonostante il divieto di avvicinamento e di comunicare, ha continuato a bersagliarla di telefonate, messaggi ed email, cercandola anche attraverso altre persone. Per questo motivo il Gip di Bologna Domenico Panza ha disposto i domiciliari, aggravando la misura cautelare per un 40enne trentino accusato di stalking nei confronti di una psicologa 38enne, di cui è stato paziente e che perseguita da anni.
    Il giudice ha accolto la richiesta della Procura, dopo ulteriori querele della donna e una memoria del difensore di lei, l'avvocato Matteo Murgo. Nell'atto il giudice scrive che l'indagato "ha continuato imperterrito a comunicare in modo ossessivamente ripetitivo" con la donna, e cita l'ordinanza in cui parlava di una "inquietante ossessione per la persona offesa, compulsivamente ricercata" e controllata. Il carattere "massivo e già solo per questo persecutorio dei messaggi, incentrati su pretese assurde" ha ingenerato in lei uno stato di ansia e apprensione. Ora dovrà stare ai domiciliari in Trentino.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Aeroporto di Bologna