Aemilia: coperti detriti con amianto

La Bianchini S.Felice Panaro sotto amministrazione giudiziaria

(ANSA) - MODENA, 11 MAR - Dopo 5 anni le oltre 100 tonnellate di detriti contaminati da amianto che si trovano vicino alla sede della ditta 'Bianchini' a S.Felice sul Panaro (Modena), sono stati messe in sicurezza. L'amministratore giudiziario Rosario Di Legami, che gestisce i beni sequestrati nell'ambito dell'inchiesta Aemilia contro il radicamento della 'ndrangheta in Emilia, ha infatti provveduto alla copertura della 'montagna', in accordo con la procura di Bologna. La copertura che era stata messa in precedenza era ormai rotta da tempo. La Bianchini costruzioni è finita al centro dell'inchiesta perché ritenuta ditta coinvolta negli affari degli 'ndranghetisti (il titolare, la moglie ed il figlio sono finiti in manette nel 2015). L'intervento a tutela della salute segue quello simile nell'area di San Biagio, sempre a S.Felice, altro deposito non consentito di detriti con amianto legato alla Bianchini. Per smaltire i detriti vicino all'azienda servirebbero decine di milioni, la copertura attuale ha garanzia di 5 anni.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Aeroporto di Bologna