Droga, nei guai militari e imprenditori

Indagine dei Cc a Bologna, finiscono in carcere in due

(ANSA) - BOLOGNA, 26 FEB - Quattro militari dell'Esercito, due infermieri, un avvocato e alcuni imprenditori: erano i protagonisti di un 'giro' di spaccio di cocaina scoperto dai carabinieri di Bologna, nell'ambito di un'inchiesta della Procura (Pm Roberto Ceroni e Michele Martorelli) avviata a marzo 2015 e che all'alba ha portato all'esecuzione di due ordini di custodia in carcere. L'arresto è scattato per Valerio Varacalli, 42 anni, caporalmaggiore dell'Esercito in servizio a Bologna, e del cugino Massimo Bianco, 45 anni, imprenditore: il primo è ritenuto dagli investigatori 'il promotore per l'acquisto e il successivo smercio della sostanza stupefacente', mentre il parente lo avrebbe aiutato nel taglio e nella vendita. I provvedimenti sono firmati dal Gip Mirko Margiocco. L' indagine ha fatto emergere che la droga veniva ceduta principalmente sulla piazza di Bologna, in locali notturni o in occasione di 'festini' privati a base di sesso e cocaina.
    Nell'inchiesta ci sono altri 14 indagati.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Aeroporto di Bologna