Abusivi lasciano ex clinica a Bologna

Soluzione soft dopo trattativa del Comune e distacco elettricità

(ANSA) - BOLOGNA, 14 GEN - Gli occupanti della ex clinica Beretta di Bologna hanno cominciato a lasciare la struttura, dove si erano insediati quasi due anni fa. Soluzione 'soft', senza sgomberi o interventi delle forze dell'ordine, frutto di una trattativa del Comune che ha proposto soluzioni alternative per la novantina di persone che vivevano nell'edificio in via XXI Aprile con l'appoggio del sindacato Asia-Usb. Per le famiglie con minori, 36 persone, il Comune ha messo a disposizione per un mese un ostello in S.Donato, in attesa di altri alloggi. Per uomini e donne senza figli, una 40ina di persone per lo più da Somalia e Eritrea, il Comune aveva previsto dormitori. Soluzione rifiutata dagli interessati perché 'non dignitosa'. Si appoggeranno a conoscenti o forse altre occupazioni. L'edificio dell'Ausl era ritenuto invivibile dagli stessi occupanti dopo che il 4 gennaio è stata staccata l'elettricità e un sopralluogo dei vigili del fuoco ha evidenziato criticità. Sull'ex clinica pende un sequestro della Procura.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Aeroporto di Bologna