Il movimento del turismo del vino Lombardo ospita Breganze

A 'La porta del vino' di Milano la cantina IOMazzucato

Redazione ANSA MILANO
(ANSA) - MILANO, 13 MAR - Si chiama "La porta del vino" la casa del movimento del turismo del vino Lombardia, associazione che conta oltre 80 produttori, aperta dallo scorso novembre in piazza Cinque Giornate a Milano, all'interno dell'ex Casello Daziario, grazie alla determinazione di Carlo Pietrasanta, vicepresidente di MTV.

"Un luogo di promozione e conoscenza - spiega Pietrasanta - che accoglie appassionati e turisti che vogliono approfondire il tema enologico con informazioni, degustazioni, presentazioni delle cantine. Mettiamo a disposizione anche pacchetti enoturistici per passare una giornata o un weekend tra vigne e cantine lombarde".

"La Porta del Vino" ospita anche presentazioni e degustazioni di vini di altre regioni, come elemento sinergico di reciproca conoscenza. È accaduto così con la presenza di Andrea e Laura Mazzucato, viticoltori a Breganze (Vicenza) con la cantina IOMazzucato, che hanno presentato e offerto in degustazione alla stampa e addetti ai lavori milanesi, le diverse interpretazioni dell'autoctono vitigno Vespaiola.

In abbinamento il bacalà, tipico piatto del territorio, presentato dallo chef Antonio Chemello di Sendrigo, membro della Confraternità del Bacalà. In degustazione la novità di IOMazzucato, un metodo classico, in versione bianca e rosè, 50% Vespaiola e 50% Pinot Nero, una bollicina che consente di annoverare un nuovo stile nella doc Breganze, celebre per il suo Torcolato, vino passito. Mazzucato ha inoltre presentato Land Rosso IGT, merlot in purezza di profonda struttura. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA