Morto Lorenzo Gancia, decano degli spumantieri italiani

Protagonista dell' imprenditoria italiana, aveva 87 anni

Redazione ANSA

ASTI - Lutto nel mondo dell'enologia. E' morto a Canelli Lorenzo Vallarino Gancia. Decano della famiglia degli storici imprenditori spumantieri italiani, 87 anni, era malato da tempo. Primo presidente nazionale dei Giovani Industriali di Confindustria, vicepresidente di Confindustria con delega ai rapporti esterni, è stato anche presidente e consigliere delegato del quotidiano Il Sole 24 ore. Ultimo proprietario della Gancia prima della cessione dell'azienda alla società Russian Standard, nel 2012, ha contribuito alla candidatura dei paesaggi vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato a patrimonio Unesco. 

"Da sempre ho avuto un gran rispetto e ammirazione per la famiglia Gancia e l'azienda Gancia. Fu la prima a portare il Metodo Classico in langa e grazie a loro siamo i primi italiani a fare spumanti metodo classico, nel nostro caso Alta Langa". Così il fondatore di Eataly Oscar Farinetti commenta la morte del conte Lorenzo Vallarino Gancia, il decano dell'arte spumantistica made in Italy.

"È stato uno dei padri che hanno reso famoso il Piemonte vitivinicolo nel mondo". Così l'assessore all'Agricoltura della Regione Piemonte, Giorgio Ferrero, commenta la morte di Lorenzo Vallarino Gancia. Il presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino, esprime "il suo cordoglio per la scomparsa" e in una nota, "ne ricorda l'alto profilo morale e l'importante ruolo avuto nella crescita economica italiana".

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA