Carne di vitello a tavola, parte in Italia la campagna Ue

Realizzata da Assocarni per informare i consumatori

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA - Al via una campagna di comunicazione per promuovere la carne di vitello, informando i consumatori su questa eccellenza europea, con l'Italia che è tra i primi produttori al mondo. Finanziata dall'Unione Europea e realizzata in Italia da Assocarni e dalla Fondazione Interprofessionale olandese Sbk, l'iniziativa, prevede che da oggi al 2021, la carne di vitello verrà valorizzata sui media, nei punti vendita e sul web con un sito dedicato. La campagna, con lo slogan "L'Europa che piace - La carne di vitello: una buona idea per mille buone idee" coinvolge i tre paesi europei dove si concentrano per tradizione, produzione e consumi di carne di vitello: infatti, Paesi Bassi, Italia, Francia e Belgio rappresentano l'86% della produzione Ue a volume, mentre Italia, Francia e Belgio consumano il 68% della carne di vitello prodotta nell'Unione. , per la prima volta in Italia, sarà protagonista di uno spot televisivo "L'obiettivo - ha spiegato il direttore generale di Assocarni, François Tomei presentando l'iniziativa a Milano - è rafforzare la conoscenza e la consapevolezza della carne di vitello, in particolare nelle generazioni più giovani, comunicarne la versatilità in cucina e favorirne la valorizzazione nei punti vendita della distribuzione moderna che in Italia, coprendo il 67% dei volumi totali, rappresentano il principale canale d'acquisto". Spesso protagonista della cucina italiana tradizionale, la carne di vitello è frutto di una filiera unica al mondo, riconosciuta per l'attenzione al benessere animale, alla tracciabilità, alla sicurezza e alla qualità. A oggi la Ue produce 645 mila tonnellate l'anno, con in testa Paesi Bassi (33%), Francia (28%), Italia (15%) e Belgio (10%). Nella classifica per consumi, invece, il primo posto spetta alla Francia, con 3,5 kg annui pro capite, seguita da Italia (3 kg) e Belgio (1 kg).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA