Più cioccolato con il 'taglia e incolla' del Dna

La pianta del cacao diventa più resistente alle malattie

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 15 MAG - La Crispr, la tecnica del 'taglia e incolla' del Dna, può essere utile non solo all'uomo, ma anche alle piante. Oltre ad eliminare il rischio di trasmettere malattie nell'uomo, può infatti aiutare ad avere anche più cioccolato, rendendo le piante di cacao più resistenti alle malattie. Lo dimostrano sulla rivista Frontiers in Plant science i ricercatori dell'università statale della Pennsiylvania.

Ogni anno si perde una parte della produzione del cacao prima del raccolto, almeno il 20-30% dei baccelli, per colpa di malattie della pianta. "In Africa occidentale diverse epidemie di funghi patogeni possono distruggere l'intero raccolto di una sola fattoria", rileva Andrew Fischer, coordinatore dello studio. In alcune precedenti ricerche era stato identificato un gene, il TcNPR3, che impedisce alla pianta di rispondere alla malattia. Da qui i ricercatori hanno ipotizzato che mettendolo fuori uso, si potesse aumentare la resistenza del cacao alla malattia.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA