Food innovation, nasce il laboratorio sul baco da seta

A Bologna per recuperare tradizione e innovare bachicoltura

Redazione ANSA ROMA

(ANSA)  - Nasce "Silk Urban Farm" italiana, primo laboratorio dedicato all'economia circolare da baco da seta inaugurato da Italbugs (start up del Parco Tecnologico di Lodi) e Future Food Institute (Istituto Italiano che si occupa di ricerca e innovazione in campo alimentare).

L'iniziativa progettuale è stata ufficializzata a Bologna in occasione della presentazione del saggio "Né ossa, né lische - Guida alle nuove proteine che fanno discutere l'Europa" di Marco Ceriani, esperto in nutrizione e fondatore di Italbugs.

"Silk Urban Farm" - si legge in una nota - si occuperà di allevamento di bachi e di studio di applicazioni innovative e produzione di prodotti della bachicoltura, da quelli alimentari a biomedicale e cosmesi. Il laboratorio ha sede a Bologna presso Scuderia-Future Food Institute Coolab.

Obiettivo del progetto è quello di recuperare l'antica tradizione della bachicoltura, innovandola secondo il modello di produzione e sviluppo dell'economia circolare.

Il progetto comprende anche il museo del baco da seta, che racconta la storia italiana della bachicoltura, con preziosi oggetti d'epoca raccolti da Marco Ceriani in tutta Italia.

Tra i primi progetti in cantiere del laboratorio, "il kit didattico" per scuole e bambini, con tutto l'occorrente per allevare e conoscere da vicino il mondo dei bachi da seta.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: