Comuni "Bandiere Blu" e "Spighe Verdi" creano 600 km di rete

Parte Jti Clean Way 2017, nel cuore dell'Italia sostenibile

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 11 OTT - Dalla costa di Senigallia ai cipressi di Castagneto Carducci, parte un viaggio a tappe nel cuore dell'Italia sostenibile. FEE Italia (Foundation for Environmental Education) e JTI (Japan Tobacco International) inaugurano il progetto "JTI Clean Way 2017", un viaggio a tappe all'insegna della sostenibilità ambientale che tra giovedì 12 e sabato 14 ottobre toccherà 11 comuni certificati Bandiera Blu o Spighe Verdi, raccontando le azioni "green" portate avanti dalle comunità locali. L'auto di JTI Clean Way, guidata dal giornalista e digital influencer Matteo Acitelli, attraverserà tre regioni, sette province e 11 comuni, percorrendo oltre 600 chilometri, unendo in una 'blue and green road', Marche, Umbria e Toscana, da Senigallia a Castagneto Carducci, collegando comuni che hanno fatto la scelta della sostenibilità nella gestione del proprio territorio. L'iniziativa celebrerà e racconterà, attraverso le pratiche virtuose e le testimonianze dei Sindaci dei comuni coinvolti, il valore della sostenibilità ambientale, mettendo in connessione tra loro località che nel 2017 hanno ottenuto i riconoscimenti FEE. "Sforzi enormi fatti negli anni e l'impegno dell'attuale Governo per difendere l'ambiente non sono ancora sufficienti a rimediare ai tanti guasti del passato, a frenare scelte compiute a livello internazionale che possono rimettere tutto in discussione - sottolinea in una nota Silvia Velo, Sottosegretario all'Ambiente - In un clima del genere guardo quindi con attenzione a iniziative come quella del percorso Adriatico-Tirreno, con i centri Bandiera Blu e Spiga Verde che rilanciano il tema della tutela della biodiversità, della salvaguardia del territorio e dello sviluppo ecocompatibile.

Questo è a mio avviso il futuro dell'economia e la grande chance per il turismo in Italia. E sensibilizzare i pubblici amministratori, come avviene con iniziative del genere, lo ritengo fondamentale".

"Far fare sistema a località costiere con quelle dell'interno a vocazione rurale, attraverso percorsi di sostenibilità condivisi, come Bandiera Blu e Spighe Verdi, è una nuova, grande scommessa - sostiene Claudio Mazza, Presidente della FEE Italia.

L'ambiente, infatti, non rispetta i confini amministrativi e lo sviluppo sostenibile di un territorio dipende da quello dei territori che lo circondano: l'itinerario JTI Clean Way 2017 mette in risalto la connessione terra-mare - continua Mazza - la gestione sostenibile dei territori all'interno del nostro Paese non può che ripercuotersi positivamente anche sulla costa e sulla qualità del nostro mare". "Un progetto costruito a quattro mani insieme a FEE Italia che unisce il costante impegno di JTI a favore dello sviluppo economico, sociale e culturale delle comunità in cui operiamo, alla diffusione delle buone pratiche ambientali sul nostro territorio" conclude PierCarlo Alessiani, Presidente e Amministratore Delegato di JTI Italia.(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA