Xylella: batterio arriva ad Ostuni, a 30 km dal Barese

Avanza la sputacchina. Focolaio salentino più a nord è a 45 km

Redazione ANSA OSTUNI (BRINDISI)
(ANSA) - OSTUNI (BRINDISI), 20 OTT - Per la prima volta da quando è scoppiata in Salento l'emergenza della Xylella fastidiosa, che provoca l'essiccamento degli ulivi, si registra il caso di un ulivo infetto a Rosa Marina di Ostuni (Brindisi), zona finora immune alla batteriosi. La zona, nei pressi di una stazione di carburanti, dista circa 45 chilometri dal focolaio salentino più a Nord. La notizia dell'avanzata della sputacchina, l'insetto vettore della Xylella, è pubblicata oggi da 'La Gazzetta del Mezzogiorno'.

Il nuovo focolaio - riporta il quotidiano - si trova a meno di 30 chilometri dal confine tra le province di Brindisi e Bari, zona straordinariamente ricca di ulivi, e sta creando grande preoccupazione tra gli olivicoltori. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie