A Milano angolo di Emilia, gnocco fritto diventa street food

Dalla patria del culatello un take-away di specialità emiliane

Redazione ANSA MILANO
(ANSA) - MILANO - Un piccolo laboratorio artigianale con preparazione a vista. Questa la modalità scelta per far innamorare della tradizione emiliana i buongustai milanesi, che potranno seguire l'intero procedimento di preparazione. L'idea è di Martina Frattina e Andrea Morettini che hanno utilizzato la ricetta tramandata dalla nonna originaria di Zibello, patria della grande tradizione del culatello. "Gnoko" è un take-away di gnocco fritto fatto al momento, una minuscola salumeria che vende prodotti tipici della Food Valley emiliana, accompagnati da un aperitivo all'antica con sapore contemporaneo. Il menu del nuovo locale prevede diverse scelte originali, come il "gnocco dello studente" una sorta di panino "mordiefuggi", i "taglieri degustazione", dove spiccano la culatta, il salame di Felino e la spalla cotta di San Secondo. Gnoko ha pensato anche ai vegetariani che possono abbinare la specialità emiliana con hummus di fagioli bianchi e curcuma.

In lista anche gnocco fritto abbinato a battuta di lardo e rosmarino, crema di gorgonzola dolce o Parmigiano Reggiano DOP.

Come dessert, infine, gnocco fritto e Nutella. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA