Folk Sabina Festival ed é festa a Poggio Moiano

Dall'1 al 3 settembre, piatti della tradizione dentro le cantine

Redazione ANSA

- ROMA - Una full immersion di tre giorni nella cultura della Sabina, un territorio antico e ricco di storia, tradizioni e consuetudini millenarie. E' quanto propone, dall'1 al 3 settembre, il "Folk Sabina Festival" di Poggio Moiano, che trasformerà il paese in provincia di Rieti in una grande vetrina delle eccellenze locali. Gastronomia, musica, dialetto, teatro, giochi e balli popolari: uno dei tratti più belli e incontaminati del Lazio sarà "raccontato" in ogni sua possibile sfaccettatura.

Il Festival ha preso vita due anni fa intorno a un appuntamento storico come "da Piazzetta a Piazzetta", il percorso enogastronomico per le vie del vecchio borgo in programma in questa edizione sabato 2 settembre: i visitatori potranno scoprire i vicoli, le piazze e le scalette dell'antico Podio de Moiano, assistere allo spettacolo di un artista di strada e poi gustare un piatto della tradizione all'interno di un'antica cantina prima di ripartire verso una nuova tappa. Ad attendere le buone forchette sarà insomma un viaggio fra i migliori sapori del territorio, dalla pizza tipica nota come "fallone" ai "maccaruni", una pasta all'uovo tagliata a mano talmente sottile da sciogliersi in bocca, dalla coratella agli arrosticini, fino alle carni alla brace e ai dolci della tradizione; il tutto impreziosito dall'olio extravergine d'oliva Sabina D.O.P., "l'oro verde" apprezzato già dagli Antichi Romani, da gustare sulle bruschette e pronto e che nobiliterà il gusto di molte ricette proposte. Di tappa in tappa, si potranno così scoprire gli angoli più belli dell'antico borgo tra musica, poesia, teatro e prodotti tipici.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA